Premio PA sostenibile 2018: 10 progetti per gli enti virtuosi

Innovare, ormai, è una parola d’ordine per ogni tipo di settore e non fa certo eccezione la Pubblica Amministrazione. È proprio per far emergere le idee all’avanguardia pensate dagli enti pubblici che è stato pensato il “Premio PA sostenibile: 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”, assegnato ogni anno da Forum PA alle amministrazioni che hanno avviato progetti volti a migliorare ambiente, sanità, welfare e società.

L’obiettivo del premio, infatti, è quello di promuovere percorsi di innovazione finalizzati a generare soluzioni per la costruzione di uno sviluppo economico e sociale che garantisca benessere equo e sostenibile. Alla base dell’iniziativa c’è la convinzione che la costante ricerca di innovazione da parte delle amministrazioni centrali e locali, di associazioni e di start up, sia il modo principale ed irrinunciabile per assicurare benessere e sviluppo alle comunità.

Anche quest’anno, quindi, l’organizzazione ha selezionato 10 esempi concreti di innovazione digitale al servizio di una PA che sia sempre più sostenibile. Dai progetti contro l’amianto a quelli dedicati alla depurazione delle acque, dal riuso di materiale informatico alle proposte per migliorare la cura e la salute dei cittadini, ecco i 10 progetti che sono stati premiati al Forum PA 2018.

  • Asbestos Free: un territorio libero dall’amianto è il progetto di monitoraggio delle coperture in cemento amianto presenti sul territorio ideato dal Comune di Mantova e finalizzato al miglioramento della qualità della vita e della salute dei cittadini. Il progetto si avvale dell’utilizzo di droni che hanno mappato la probabilità della presenza di coperture in amianto sul territorio. Nelle prime fasi del progetto sono state individuate 516 coperture sul territorio comunale per un totale di 281.660 mq e circa 4.225 tonnellate di materiale che presumibilmente contiene amianto.
  • DEPURARE DEPURARE (Disinfezione e Purificazione Acque Reflue) è un progetto di Amag Reti Idriche Spa di Alessandria che si pone l’obiettivo di mettere a punto un metodo di depurazione e disinfezione del refluo finale su scala pre-industriale, che sia più efficace e più rispettoso dell’ambiente, attraverso il riutilizzo dei prodotti derivanti dai processi di depurazione, per favorire riciclo, risparmio energetico e riduzione della CO2. Grazie all’utilizzo di metodologie più sostenibili dal punto di vista energetico e ambientale, le acque reflue diventano una risorsa da recuperare e non uno scarto da smaltire, in piena ottica di valorizzazione dell’economia circolare.
  • QuotidianaMente è un progetto della Regione Molise per la promozione e il miglioramento della qualità degli interventi sanitari, sociosanitari e sociali in favore di minori, adolescenti e adulti affetti da disturbi pervasivi dello sviluppo. Attraverso strumenti tecnologici innovativi, il progetto mira a simulare il comportamento in due scenari interattivi, uno preparato all’interno delle mura domestiche e l’altro in ambiente aperto. Tramite l’utilizzo di un apposito visore, infatti, l’utente sarà proiettato in uno spazio virtuale nel quale potrà muoversi ed essere guidato nell’eseguire le azioni nel modo corretto.
  • Riu.SA (Riutilizzo Attrezzature Informatiche di Sapienza) è il progetto ideato dall’Università La Sapienza di Roma che prevede la realizzazione di un marketplace online in cui condividere materiale informatico hardware (PC, Proiettori, Stampanti, etc.) non più idoneo per l’utilizzo istituzionale, ma che può essere ancora utile alle scuole pubbliche. Grazie a questa idea è possibile fornire una soluzione alle esigenze di dotazione informatica delle scuole del Lazio, realizzando un ponte fra domanda e offerta di questi strumenti. In questo modo l’Università risparmia sulla gestione dei rifiuti tecnologici e, allo stesso tempo, le scuole possono abbattere i costi di realizzazione di laboratori informatici per i propri studenti.
  • Gran Sasso Videogame è uno strumento di orientamento attivo pensato dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS) per avvicinare gli studenti alle frontiere della fisica e alle possibilità offerte dalle carriere scientifiche. Il videogioco si propone come strumento innovativo per la didattica della fisica rivolto ai ragazzi fra i 14 e i 19 anni e ai loro insegnanti. Grazie al suo utilizzo in classe sarà possibile affrontare i temi di punta della fisica contemporanea, scoprire le finalità degli esperimenti e le grandi sfide tecnologiche del presente e del futuro.
  • LEMS (Local Emergency Management System), realizzato da Gter Srl, è un progetto web-based ideato ed impiegato da personale del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Genova per la gestione emergenze a scala locale. Il progetto consente ai diversi attori coinvolti (Prefettura, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Associazioni di Volontariato, etc.) di scambiarsi le informazioni essenziali e migliorare il coordinamento delle operazioni.
  • OpenCantieri è un aggregatore di dati realizzato dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti che mostra in formato aperto le informazioni sullo stato di avanzamento delle opere pubbliche (lavori di strade, ferrovie, metropolitane, porti e aeroporti) attraverso gli open data. Il progetto mira a ottenere una maggiore capillarità delle opere mappate, aumentare la partecipazione civica e la fiducia dei cittadini nella PA, mettendo a disposizione della collettività dati in formato aperto e responsabilizzando il management della pubblica amministrazione.
  • Portale OpenCUP è uno strumento realizzato dal Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica (DIPE) della Presidenza del Consiglio dei Ministri che consente di ricercare e conoscere gli interventi di investimento pubblico programmati attraverso il codice CUP che identifica le decisioni riguardanti la spesa per lo sviluppo e legato in modo univoco ai progetti d’investimento pubblico. OpenCUP, quindi, si propone come uno strumento con cui i cittadini possono verificare e di analizzare le decisioni di investimento, ma allo stesso tempo è utile anche ai decisori per conoscere le scelte fatte e quindi valutarle e proporre eventuali aggiustamenti.
  • Le Agenzie di continuità Ospedale-Territorio e la Centrale della Cronicità fanno parte di un progetto ideato dall’Azienda ULS Toscana Sud Est, che comprende i territori di Siena, Arezzo e Grosseto, per gestire i percorsi di uscita dalla fase ospedaliera acuta al fine di evitare un ricovero improprio e garantire equità di fruizione delle risorse disponibili. Grazie all’utilizzo di uno specifico applicativo all’interno della cartella clinica ospedaliera, i pazienti in dimissione ed in condizioni di limitata autonomia potranno contare su continuità assistenziale e terapeutica tra l’ospedale e il proprio domicilio, favorendo un rientro guidato, supportato e tutelato sulla base di un Piano Assistenziale Individuale.
  • S.I.A.P. (Sistema Informativo Aziendale per la Prevenzione) è il progetto realizzato dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro per rispondere all’esigenza di effettuare delle analisi epidemiologiche, verificare i risultati delle vaccinazioni, diminuire gli incidenti sul lavoro e valutare le performance. Tramite lo Sportello Unico della Prevenzione è possibile accedere on line al disbrigo delle pratiche per la comunicazione ed interazione dei cittadini e degli operatori dei diversi Enti con tutti i servizi del Dipartimento di Prevenzione. Il progetto punta a stimolare la partecipazione attiva degli utenti migliorando la trasparenza sull’operato dell’amministrazione, e garantire il diritto alla PA Digitale semplificando le procedure per cittadini e imprese.

Al Premio PA sostenibile hanno partecipato oltre 260 progetti, tra i quali sono state individuate 100 idee particolarmente meritevoli. Tra queste sono state poi selezionate le iniziative che hanno ottenuto il premio.

NEWS CORRELATE

Market Watch PA: il 62% degli Enti pubblici paga in ritardo

Il 24 Maggio è stato presentato, nell’ambito del workshop “Imprese e PA: gli strumenti per il finanziamento dei crediti commerciali” all’interno di Forum PA, il Market Watch PA sullo stato dei pagamenti alle imprese da parte degli enti pubblici. Secondo i dati raccolti dal centro studi di Banca IFIS, anche nel 2017 i pagamenti da …

Competence Center: il MISE finanzia Politecnico e PMI piemontesi

È del Politecnico di Torino il primo degli 8 progetti finanziati dal MISE per la creazione dei cosiddetti Competence Center, previsti dal Piano Industria 4.0 e finalizzati a sostenere le imprese in percorsi di innovazione. Il progetto era stato inizialmente finanziato con 40 milioni di euro, ma nelle scorse settimane è stato annunciato l’aumento delle …

Piemonte: pagamenti della PA con più di 15 giorni di ritardo

Nella classifica dei pagamenti della PA il Piemonte si posiziona al sesto posto, la Regione ha, infatti, maturato ritardi nei pagamenti sia nel 2016 che nel 2017. I dati, emersi dal Market Watch PA di Banca IFIS, pur evidenziando un miglioramento, rilevano un ritardo medio di 15 giorni nei pagamenti dei fornitori. Inoltre, nella Piattaforma …

Piattaforma certificazione crediti: come funziona

Certificare un credito verso la PA consente alle imprese fornitrici di ottenere la liquidità relativa all’importo della fattura e quindi di vedere saldato il credito. Per poter usufruire dei servizi di anticipo verso la PA, le imprese fornitrici devono far certificare il proprio credito attraverso la Piattaforma Certificazione Crediti del Ministero delle Finanze.

FORUM PA 2018

Forum PA 2018 è l’appuntamento annuale in cui si incontrano gli operatori delle aziende pubbliche e private. L’obiettivo è quello di fare il punto sull’innovazione e la digitalizzazione dei servizi offerti ai cittadini e alle imprese dagli enti centrali e locali. Da questa collaborazione prenderà forma un’agenda dell’innovazione da affrontare durante la nuova legislatura.