Come si partecipa ai bandi di gara pubblici?

Bandi di gara pubblici: istruzioni per l’uso

Quando un ente della Pubblica Amministrazione ha necessità di acquistare un servizio, un lavoro, o anche un bene provvede a indire bandi di gara pubblici. Possono partecipare alla gara le imprese che soddisfano i requisiti elencati nel bando: il vincitore si aggiudica l’esecuzione del contratto di appalto.

Fra i soggetti che possono emettere bandi di gara ci sono le autorità locali, gli organismi di diritto pubblico, i governi, ma anche l’Unione Europea e le organizzazioni internazionali o le aziende che operano nei settori speciali. Le informazioni sui bandi si trovano sui siti delle istituzioni che li emettono e vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e su quella dell’Unione europea, oltre che sui giornali a diffusione nazionale o regionale.

La presentazione della candidatura

Per partecipare ai bandi bisogna compilare i moduli di domanda e presentare la propria offerta, tenendo presente che sarà scelto chi offrirà il miglior rapporto fra qualità e prezzo. Si devono inoltre rispettare requisiti di ordine generale, indicati dal codice degli appalti, come la non assoggettabilità allo stato di fallimento e requisiti di ordine speciale, che sono di due tipi diversi:

  • di capacità economico finanziaria
  • di capacità tecnico professionale.

Sarà necessario predisporre anche tutti i certificati richiesti dal bando agli enti che intendono partecipare, come, per esempio, il certificato anagrafe sanzioni amministrative e prestare attenzione alle modalità di invio della candidatura.
Il processo continua poi in questo modo:  dopo la ricezione delle offerte, le autorità competenti procedono all’acquisizione della documentazione e alla selezione della migliore proposta. Nel dettaglio, questa può essere determinata in base al criterio del prezzo più basso o al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Le due modalità sono illustrate nell’articolo 81 del codice degli appalti pubblici.

MEF concorso per 400 funzionari

I bandi di concorso pubblico rappresentano la strada per lavorare all’interno degli enti pubblici. Ad esempio di recente, il Ministero dell’Economia e della Finanza ha iniziato un piano di assunzioni con contratto a tempo indeterminato. Ha indetto quindi tre concorsi per 80 profili con esperienza nel settore statistico ed economico quantitativo, 90 nel campo economico aziendale e contabile, 60 figure esperte in economia e finanza.

Sul sito del Ministero sono disponibili tutte le informazioni su come iscriversi ai concorsi.

NEWS CORRELATE

Gruppo Banca IFIS: Il CDA approva i risultati preliminari 2018

Il Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS, riunitosi oggi sotto la presidenza di Sebastien Egon Fürstenberg, ha approvato i risultati preliminari relativi all’esercizio 2018. Il 7 marzo 2019 verrà approvato il progetto di bilancio 2018. «Nel 2018 Banca IFIS ha continuato a crescere in tutti i segmenti di business grazie all’eccellente lavoro di tutto il …

Tempi di pagamento nella sanità

Emergono dati positivi dal settore della sanità, negli ultimi 4 anni il debito pubblico del Servizio Sanitario Nazionale è diminuito del 40% dal 2012 al 2016, (13,6 miliardi di euro) attestandosi a 20,6 miliardi di euro. Un dato significativo sull’impegno del Ministero della Salute al fine di migliorare i bilanci della pubblica amministrazione e di …