Come si partecipa ai bandi di gara pubblici?

Bandi di gara pubblici: istruzioni per l’uso

Quando un ente della Pubblica Amministrazione ha necessità di acquistare un servizio, un lavoro, o anche un bene provvede a indire bandi di gara pubblici. Possono partecipare alla gara le imprese che soddisfano i requisiti elencati nel bando: il vincitore si aggiudica l’esecuzione del contratto di appalto.

Fra i soggetti che possono emettere bandi di gara ci sono le autorità locali, gli organismi di diritto pubblico, i governi, ma anche l’Unione Europea e le organizzazioni internazionali o le aziende che operano nei settori speciali. Le informazioni sui bandi si trovano sui siti delle istituzioni che li emettono e vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e su quella dell’Unione europea, oltre che sui giornali a diffusione nazionale o regionale.

La presentazione della candidatura

Per partecipare ai bandi bisogna compilare i moduli di domanda e presentare la propria offerta, tenendo presente che sarà scelto chi offrirà il miglior rapporto fra qualità e prezzo. Si devono inoltre rispettare requisiti di ordine generale, indicati dal codice degli appalti, come la non assoggettabilità allo stato di fallimento e requisiti di ordine speciale, che sono di due tipi diversi:

  • di capacità economico finanziaria
  • di capacità tecnico professionale.

Sarà necessario predisporre anche tutti i certificati richiesti dal bando agli enti che intendono partecipare, come, per esempio, il certificato anagrafe sanzioni amministrative e prestare attenzione alle modalità di invio della candidatura.
Il processo continua poi in questo modo:  dopo la ricezione delle offerte, le autorità competenti procedono all’acquisizione della documentazione e alla selezione della migliore proposta. Nel dettaglio, questa può essere determinata in base al criterio del prezzo più basso o al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Le due modalità sono illustrate nell’articolo 81 del codice degli appalti pubblici.

MEF concorso per 400 funzionari

I bandi di concorso pubblico rappresentano la strada per lavorare all’interno degli enti pubblici. Ad esempio di recente, il Ministero dell’Economia e della Finanza ha iniziato un piano di assunzioni con contratto a tempo indeterminato. Ha indetto quindi tre concorsi per 80 profili con esperienza nel settore statistico ed economico quantitativo, 90 nel campo economico aziendale e contabile, 60 figure esperte in economia e finanza.

Sul sito del Ministero sono disponibili tutte le informazioni su come iscriversi ai concorsi.

NEWS CORRELATE

Tempi di pagamento nella sanità

Emergono dati positivi dal settore della sanità, negli ultimi 4 anni il debito pubblico del Servizio Sanitario Nazionale è diminuito del 40% dal 2012 al 2016, (13,6 miliardi di euro) attestandosi a 20,6 miliardi di euro. Un dato significativo sull’impegno del Ministero della Salute al fine di migliorare i bilanci della pubblica amministrazione e di …

Identità digitale SPID, un’unica password per l’accesso delle aziende ai servizi delle PA

L’attività imprenditoriale comporta la necessità di interfacciarsi in svariate occasioni con gli uffici delle pubbliche amministrazioni, per adempimenti e servizi di diverso genere. Dalla gestione del cassetto fiscale a quello previdenziale, fino agli adempimenti relativi alla fatturazione elettronica, tutti questi impegni richiedono tempo e personale dedicato. Per facilitare l’impresa nelle relazioni con la PA, è …

Market Watch PA: Focus Regione Sicilia

Come stanno le imprese siciliane e come vivono il loro rapporto con la Pubblica Amministrazione? Il rapporto tra imprese e Pubblica Amministrazione è da sempre oggetto di numerose analisi e dibattiti. Sono molti i passi in avanti fatti dalla Pubblica Amministrazione in questi anni per agevolare questo rapporto e creare processi performanti. Tra i diversi …