Fare Lazio: finanziamenti alle PMI della Regione per 39 milioni di euro

Si chiama Fare Lazio ed è il progetto pensato dalla Regione Lazio per sostenere le PMI del territorio. Per loro sono previsti finanziamenti per un totale di 63 milioni di euro finalizzati a sostenere l’accesso al credito di imprese e liberi professionisti del territorio.
Tra gli interventi del progetto rientra anche il Fondo Rotativo per il Piccolo Credito, che consente alle PMI di ottenere prestiti a tasso zero di importo compreso fra 10 mila e 50 mila euro.
A questa linea di intervento sono destinati 39 milioni di euro finalizzati a dare risposte rapide alle Piccole e medie imprese con esigenze finanziarie di minore importo, contenendo costi e tempi e semplificando le procedure d’istruttoria e di erogazione dei contributi. L’obiettivo è quello di sostenere i progetti imprenditoriali finalizzati alla rigenerazione economica del tessuto produttivo regionale, per riposizionare i sistemi produttivi regionali e specifiche filiere.
Il Fondo sostiene le spese per gli investimenti con finanziamenti a tasso zero destinati alle PMI costituite da almeno 36 mesi che hanno sede operativa nella Regione e non affidate con il sistema bancario per più di 100 mila euro.
La richiesta di finanziamento può essere presentata da
• Piccole e Medie Imprese;
• Consorzi e Reti di Imprese aventi soggettività giuridica, esclusivamente per gli interventi volti al risparmio energetico;
• Liberi professionisti.
Il costo totale dei progetti ammissibili a finanziamento dovrà essere superiore a 10 mila e fino ad un massimo di 50 mila euro, per un periodo compreso tra i 12 e i 36 mesi. Il finanziamento agevolato potrà coprire la totalità dell’investimento e potrà essere restituito a rate mensili costanti per un massimo di 36 mesi.
Per accedere alla misura è indispensabile registrarsi sul sito di Fare Lazio e compilare on line la domanda necessaria ad ottenere i finanziamenti.
4 milioni di euro sul totale di 39 milioni previsti dal Fondo, sono destinati in maniera esclusiva alle PMI che lavorano nel settore turistico affinché possano intraprendere azioni finalizzare alla riqualificazione delle strutture ricettive, 2 milioni sono destinati a botteghe e negozi storici e la stessa somma sarà destinata al trasporto pubblico non di linea.
Il Fondo Rotativo per il Piccolo Credito rientra nelle misure previste dal Programma Operativo Regionale 2014-2020 (“POR”), Asse 3 “Competitività” e Asse 4 “Energia sostenibile e mobilità”.

NEWS CORRELATE

Premio PA sostenibile 2018: 10 progetti per gli enti virtuosi

Innovare, ormai, è una parola d’ordine per ogni tipo di settore e non fa certo eccezione la Pubblica Amministrazione. È proprio per far emergere le idee all’avanguardia pensate dagli enti pubblici che è stato pensato il “Premio PA sostenibile: 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”, assegnato ogni anno da Forum PA alle amministrazioni …

Market Watch PA: il 62% degli Enti pubblici paga in ritardo

Il 24 Maggio è stato presentato, nell’ambito del workshop “Imprese e PA: gli strumenti per il finanziamento dei crediti commerciali” all’interno di Forum PA, il Market Watch PA sullo stato dei pagamenti alle imprese da parte degli enti pubblici. Secondo i dati raccolti dal centro studi di Banca IFIS, anche nel 2017 i pagamenti da …

Competence Center: il MISE finanzia Politecnico e PMI piemontesi

È del Politecnico di Torino il primo degli 8 progetti finanziati dal MISE per la creazione dei cosiddetti Competence Center, previsti dal Piano Industria 4.0 e finalizzati a sostenere le imprese in percorsi di innovazione. Il progetto era stato inizialmente finanziato con 40 milioni di euro, ma nelle scorse settimane è stato annunciato l’aumento delle …

Piemonte: pagamenti della PA con più di 15 giorni di ritardo

Nella classifica dei pagamenti della PA il Piemonte si posiziona al sesto posto, la Regione ha, infatti, maturato ritardi nei pagamenti sia nel 2016 che nel 2017. I dati, emersi dal Market Watch PA di Banca IFIS, pur evidenziando un miglioramento, rilevano un ritardo medio di 15 giorni nei pagamenti dei fornitori. Inoltre, nella Piattaforma …

Piattaforma certificazione crediti: come funziona

Certificare un credito verso la PA consente alle imprese fornitrici di ottenere la liquidità relativa all’importo della fattura e quindi di vedere saldato il credito. Per poter usufruire dei servizi di anticipo verso la PA, le imprese fornitrici devono far certificare il proprio credito attraverso la Piattaforma Certificazione Crediti del Ministero delle Finanze.