Ritardi dei pagamenti della PA: la situazione in Campania

Il tema dei ritardi dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, è molto importante per le imprese che forniscono beni e servizi agli enti pubblici: oltre il 60% della PA paga in ritardo e tale situazione dal primo al terzo semestre del 2017 sembra essere in peggioramento.

Nella maggior parte dei casi, infatti, i pagamenti arrivano dopo la scadenza, con un ritardo che va dai 21 ai 71 giorni. (Sole24Ore – Pagamenti PA: le imprese aspettano fino a 687 giorni. Il 62% sempre in ritardo)

Per quanto riguarda la situazione regione per regione, la Campania registra le performance peggiori.

Il Comune di Napoli, infatti, deve ancora far fronte al pagamento del 45% delle fatture del 2016, avendo corrisposto solo 423 milioni su 861, con un ritardo medio di 112 giorni; il Comune di Salerno, invece, risulta fermo ad appena il 23% delle 7.787 fatture 2016 liquidate, con un ritardo medio rispetto ai termini di legge di 59 giorni. (Salerno Notizie – Debiti della PA: in Campania da liquidare alle imprese 5,7 mld per fatture 2016)

L’entità dei ritardi è continuata ad aumentare anche nel corso del primo trimestre del 2017, così come emerge dai dati della Piattaforma dei crediti Certificati (PCC):

  • 143 fatture registrate nel 2016 per un valore di 1,1 Mld di euro
  • Il 70% degli importi da saldare
  • 15,8 giorni di ritardo medio ponderato
  • 46,2 giorni, il tempo di pagamento medio ponderato

Come fronteggiare i ritardi dei pagamento della PA?

Le imprese che sempre più spesso sono in difficoltà a causa dei ritardi degli Enti Pubblici, richiedono quindi che vi siano maggiori vincoli normativi sulla Pubblica Amministrazione, e che aumentino i controlli e le garanzie a tutela delle aziende.

Dall’analisi svolta da Banca IFIS emerge come, tra le metodologie più apprezzate per fronteggiare i ritardi e supportare il proprio business, la maggior parte delle imprese ritiene che il ricorso all’anticipo fatture sia la soluzione ideale per non essere limitate dai ritardi della PA e riconosce l’importanza del supporto dei servizi bancari.

TiAnticipo si presenta come la soluzione da percorrere: un metodo veloce, intuitivo e digitale per ottenere la liquidità dai propri crediti certificati in breve tempo.

NEWS CORRELATE

Tempi di pagamento nella sanità

Emergono dati positivi dal settore della sanità, negli ultimi 4 anni il debito pubblico del Servizio Sanitario Nazionale è diminuito del 40% dal 2012 al 2016, (13,6 miliardi di euro) attestandosi a 20,6 miliardi di euro. Un dato significativo sull’impegno del Ministero della Salute al fine di migliorare i bilanci della pubblica amministrazione e di …

Identità digitale SPID, un’unica password per l’accesso delle aziende ai servizi delle PA

L’attività imprenditoriale comporta la necessità di interfacciarsi in svariate occasioni con gli uffici delle pubbliche amministrazioni, per adempimenti e servizi di diverso genere. Dalla gestione del cassetto fiscale a quello previdenziale, fino agli adempimenti relativi alla fatturazione elettronica, tutti questi impegni richiedono tempo e personale dedicato. Per facilitare l’impresa nelle relazioni con la PA, è …

Market Watch PA: Focus Regione Sicilia

Come stanno le imprese siciliane e come vivono il loro rapporto con la Pubblica Amministrazione? Il rapporto tra imprese e Pubblica Amministrazione è da sempre oggetto di numerose analisi e dibattiti. Sono molti i passi in avanti fatti dalla Pubblica Amministrazione in questi anni per agevolare questo rapporto e creare processi performanti. Tra i diversi …